MONUMENT VALLEY: CONSIGLI PER UN VIAGGIO INDIMENTICABILE

MY URBAN BON TON IN VIAGGIO CON LEVI’S

DIARIO DI VIAGGIO DI UNA BLOGGER

 

foto 5 (1)

Come ogni martedì un nuovo post dedicato ad una meta del mio VIAGGIO.

La tappa di oggi è uno dei posti più magici e surreali che abbia mai visto in vita mia: la Monument Valley.

Ho visitato la maggior parte dei parchi dell’America occidentale ma questo senza dubbio è quello che mi ha trasmesso più emozioni.

La Monument Valley si può già ammirare dalla spettacolare autostrada 163 che attraversa i confini di Utah e Arizona, da qui possiamo scorgere la bellezza mozzafiato dei pinnacoli e degli altopiani del parco.

DSC_8162

DSC_8158

Il consiglio che vi do è quello di non accontentarvi di vedere la Monument da lontano ma di di percorrere la strada sterrata di 27 km che la attraversa, per farlo dovete entrare nel Parco, è a pagamento ma ne vale assolutamente la pena!

 Se avete intenzione di fare un viaggio negli Stati Uniti occidentali soffermandovi soprattutto nei parchi un altro accorgimento utile è quello di fare una tessera speciale che costa circa 80 dollari (per vettura) entrerete nella maggior parte dei parchi risparmiando molto, dato che di media un ingresso ad un unico parco costa 20 dollari.

Per la Monument Valley la tessera non vale perché è una riserva Navajo ma come vi ho detto è una delle poche eccezioni.

DSC_8170

Davanti a me il Right mitten, il Left Mitten e il Merrick Butte le conformazioni geologiche più fotografate al mondo, indosso la iconica Trucker vest LEVI’S

Noi abbiamo percorso la strada sterrata con la nostra macchina, potete anche visitare il parco con le guide navajo che vi faranno fare il giro con le loro jeep, sinceramente non lo consiglio per due motivi:

1- Le jeep sono aperte e la strada è sterrata questo vuol dire che a fine giro avrete polvere e terra ovunque.

2- Le guide navajo si fermano in posti prestabiliti, essere indipendenti significa fermarsi quando e quanto vi pare!

Una volta imboccato il sentiero resterete senza fiato: rocce immense emergono da un deserto che sembra sconfinato.

DSC_8187

DSC_8186

Le formazioni geologiche più fotografate sono le Three Sisters, il Right mitten, il Left Mitten e il Merrick Butte.

Piccola curiosità, queste rocce si chiamano butt quando sono più alte che larghe e mesa  quando sono più larghe che alte.

Durante il tragitto abbiamo notato gruppi di massi e sassi messi uno sopra l’altro, questi cumuli vengono creati dai viaggiatori ed hanno una valenza propiziatoria e beneaugurante.

Anche noi abbiamo così realizzato la nostra “scultura” 😉

DSC_8201

DSC_8203

La zona più famosa della strada è senza dubbio il Jhon Ford Point, luogo dove si dice che il famoso regista di film western amasse ammirare il panorama!

A fine serata non ci siamo persi l’escursione a cavallo per vedere iltramonto nella Monument Valley, che dire tanto era magica l’atmosfera che non mi sarei meravigliata di scorgere un gruppo di cowboy lanciare il lazzo o sentire il grido di guerra degli indiani.

Vi consiglio di prenotare l’escursione a cavallo  almeno qualche ora prima, appena arrivati al visitor point ci sono dei chioschetti per le escursioni, ricordatevi che queste escursioni sono obbligatoriamente accompagnate da una guida navajo!

Le escursioni a cavallo si possano fare tutto il giorno ma vedere tramontare il sole qui mentre si cavalca come dei cowboy non ha prezzo!

DSC_8208

DSC_8331

DSC_8336

DSC_8366

DSC_8369

Passiamo infine al mio outfitmy urban bon ton in viaggio con Levi’s“, mi hanno accompagnata in questa indimenticabile giornata gli intramontabili LEVI’S 501 e la truckers vest dall’effetto vissuto proprio come piace a me, perfetti per il questo viaggio on the road!

Non perdetevi la tappa della prossima martedì, per una nuova avventura tutta Usa ovest 😉

DSC_8227

foto 3

DSC_8327

DSC_8313

foto 2 (1)

4 commenti

le foto sono fantastiche!!!

Federica
http://www.thecutielicious.com
The Cutielicious

che foto, che voglia di ricominciare le vacanze!
se ti va passa a trovarmi su http://www.gloriadressup.com
buona giornata gloria

Eh sì… ripartirei subito 🙁
Passo di sicuro, un bacio!

che viaggio stupendo!

Aggiungi commento

necessari*