FLORENCE TATOO CONVENTION 2013

florence tatoo convention

 

Ieri pomeriggio sono stata alla “Florence Tatoo  Convention 2013” alla Fortezza da Basso a Firenze.

Tanti erano gli stand anche se sinceramente mi aspettavo qualcosina in più…

I tatuatori che mi hanno colpita maggiormente sono quelli che utilizzavano tecniche non convenzionali, come  Colin Dale, maestro di una antica tecnica Inuit, che prevede l’utilizzo di ago e filo immerso nell’inchiostro per cucire e tatuare la pelle.

Masaharu Kedowaky della Horiyoshi family e Ryugen, sono due dei maggiori esponenti della tecnica Irezumi, dal giapponese 入れ墨, 入墨, 文身, 剳青, 黥  ovvero ireru “inserire” sumi “inchiostro nero”.

Ouka del Rat-Skill tattooLupo Horiokami maestri del Tebori: usano sottili aghi metallici fissati all’estremità di una bacchetta, che viene fatta scorrere avanti e indietro.

La forma di questa bacchetta assomiglia a quella di un pennello, questa tecnica dovrebbe essere meno invasiva dato che gli aghi vengono inseriti obliquamente nella pelle!

Effettivamente osservando Ouka e la delicatezza con cui inseriva il pigmento con quella specie di pennello ho avuto l’impressione che stesse dipingendo, sfiorando appena la pelle 😉

Al contrario  Vatea specialista nei polinesiani a martelletto e Brent Mccown rappresentante della tecnica maori eseguita a martelletto neozelandese, mi hanno fatto un pochino rabbrividire… sembrava che scolpissero la pelle con strumenti preistorici 😉

Purtroppo quella di andare alla Florence Tatoo Convention è stata un’improvvisata, non avendo la mia macchina fotografica dietro ho fatto solo qualche foto col cellulare 🙁

 

Yesterday  I was at the “Florence Tattoo Convention 2013”  in Florence.

Many were the stand, even though I honestly expected a little more …

The tattoo artists that struck me the most are those who used unconventional techniques , such as Colin Dale , master of an ancient Inuit technique , which involves the use of a needle and thread to sew and immersed in the ink tattooed skin.

Masaharu Kedowaky the Horiyoshi family and Ryugen , are two of the greatest exponents of the art Irezumi, from Japanese入れ墨,入 墨,文身,剳 青,黥  ireru or “insert” sumi “ink black ” .

Ouka of the Rat -Skill tattoo and Lupo Horiokami masters of Tebori : they use thin metal needles attached to the end of a wand, which is made to slide back and forth.

The shape of this wand resembles that of a brush, this technique should be less invasive given that the needles are inserted obliquely into the skin !

Actually observing Ouka and the delicacy with which the pigment inserted with that kind of brush I got the impression that she was painting , barely touching the skin 😉

On the contrary Vatea specialist in Polynesian hammer– and Brent Mccown representative of the Maori technique performed to hammer New Zealand , they made me cringe a little bit … it seemed that scolpissero the skin with prehistoric tools 😉

Unfortunately, to go to Florence Tatoo Convention was an impromptu , not having my camera behind I only did a few pictures with the phone 🙁

 

 

conv11

conv5

LUPO HORIOKAMI

conv6

conv4

OUKA del RAT SKILL TATOO, tecnica tabori

 conv3

conv2

conv1

conv9

conv7

conv8

conv10

conv14

conv13

Aggiungi commento

necessari*